Bitcoin (BTC) sostiene l’anonimato, soprattutto nelle transazioni, ed è denaro incontrollato e apolitico. Pertanto, alcuni ritengono che sia utile solo ai truffatori, che vogliono eludere le regole imposte ai sistemi finanziari e alla società mondiale quando usano le monete fiat.

Questi critici del Bitcoin hanno ragione, perché il bitcoin può essere molto utile per i criminali, come il denaro fisico. Tuttavia, la natura senza permesso del Bitcoin System permette anche altri casi di utilizzo di questa tecnologia della moneta digitale. Pertanto, il bitcoin è uno strumento, una moneta virtuale utilizzabile sia dai buoni che dai cattivi.

FinCEN mostra che i riciclatori di denaro usano più frequentemente le banche

Il 21 settembre 2020, i file FinCEN hanno rivelato 2,1 trilioni di dollari di transazioni sospette effettuate dalle banche tra il 1999 e il 2017. Un’analisi dei file FinCEN ha messo sotto i riflettori cinque banche, ciascuna con una portata internazionale, sul riciclaggio di denaro sporco. Tutti gli indicatori evidenziano che il bitcoin sta soffrendo per i peccati altrui.

L’indagine FinCEN ha rivelato che Bank of America, Citibank, JPMorgan, JPMorgan, Chase, America express, e altri, oltre al loro coinvolgimento nelle transazioni di milioni di dollari alla famiglia di Viktor Khrapunov. Viktor è un ex funzionario sovietico ricercato dall’Interpol. Inoltre, afferma i livelli più alti di attività illecite nelle banche rispetto al bitcoin e ad altri cripto.

La British Bank, Standard Chartered, invece, ha trasferito denaro a nome della società di cambio Al Zarooni con sede a Dubai. La società si è poi trovata ad affrontare le accuse di riciclaggio di denaro sporco per i Talebani.

Inoltre, uno dei più stretti collaboratori del presidente russo, Vladimir Putin, avrebbe utilizzato la banca Barclays di Londra per eludere le sanzioni che gli impedivano di utilizzare i servizi finanziari in Occidente. Una parte di questo denaro ha acquistato opere d’arte.

Inoltre, JPMorgan ha permesso a una società di trasferire oltre 1 miliardo di dollari su un conto a Londra, senza nemmeno conoscerne il proprietario. La banca capì in seguito che la società apparteneva a un mafioso nella lista dei dieci fuggitivi più ricercati dell’FBI.

Nonostante gli avvertimenti su una società locale che permetteva all’Iran di evitare le sanzioni, la Banca Centrale degli Emirati Arabi Uniti non è mai stata prudente. D’altra parte, la Deutsche ha trasferito una grande quantità di denaro illegale da riciclatori di denaro sporco a terroristi e trafficanti di droga.

Questo particolare dossier FinCEN è uno dei tanti scandali monetari tra le banche più conosciute al mondo. Ci chiediamo se queste grandi banche internazionali provino un senso di impunità. Sembra che le colossali multe inflitte dal 2008 non fungano ancora da deterrente.

Il rapporto di Chainalysis mostra una crescita esponenziale di Bitcoin e di Crypto Adoption

Nel settembre 2020, Chainalysis ha pubblicato nel suo Global Cryptocurrency Adoption Index, riportando una crescita esponenziale nell’adozione di crittografie. Secondo il rapporto, l’Ucraina, la Russia e il Venezuela sono i primi paesi leader nell’adozione dei sistemi crittografici.

Gli Stati Uniti e la Cina continuano a fornire i volumi di transazioni più massicci con il maggior numero di titolari di crittografia. Tuttavia, Ucraina, Russia e Venezuela hanno i più attivi utenti di valute digitali; Cina e Kenya li seguono.

L’enorme accettazione dell’adozione di valuta criptata a livello globale contraddice l’opinione dei critici della Bitcoin secondo cui la Bitcoin è per i truffatori. Molti paesi utilizzano la tecnologia blockchain e BTC per molti casi di uso critico. Pertanto, molte pubblicazioni online danno informazioni false per diffamare il Bitcoin. Inoltre, tutti gli articoli che diffondono voci sulla moneta sono vaghi. Questi critici del Bitcoin dovrebbero accettare il cambiamento nei sistemi finanziari. Il cambiamento è il bitcoin, altri beni digitali e la tecnologia a catena di blocco in generale.